• Sei in: 
  • Tecniche e Materiali
Techiche e Materiali
  • Perline di carta
  • Paper quilling o Filigrana di carta

Perline di carta



Materiali
Carta di giornale quotidiano, riviste varie, carta da regalo, carta da pacchi, cartoncino ...

Tecnica
1. Per prima cosa dovete decidere di che colore volete le perle, ed in base a quello scegliere un foglio di giornale, un cartoncino, della carta da regalo... Non importa se ci sono scritte, anzi le pagine di un quotidiano, ad esempio, donano uno stile originale alla perlina.
Come primo esperimento vi suggerisco una pagina con una foto che abbia i toni del bianco-grigio-nero, quindi proprio quella di un quotidiano.

2. Ora dovete tagliare una serie di triangoli isosceli alti circa 15 cm e con la base di 2 cm.
Dalla misura della base dipenderà poi la larghezza delle perline, perciò potrete poi scegliere di farle più piccole o più larghe in base alle vostre preferenze.

3. Prendete uno stuzzicadenti, tagliatene le due punte (tagliatene circa 10 cm per parte): quello che rimarrà sarà un bastoncino.
Su uno dei due lati, aiutandovi con una taglierina, praticate un taglio lungo circa 10 cm che divida la parte del bastoncino scelta in due.
Questa parte la utilizzerete per infilarvi la base del triangolo di carta arrotolandovi attorno tutto il resto del triangolo di carta.
Per non aver problemi poi a sfilare la perla, cercate di arrotolarla stretta ma non troppo e di tenere la punta sempre al centro: casomai potrete riaggiustare il tutto man mano che arrotolerete la carta spostando con leggerezza la parte più spessa a destra o sinistra.
Se questo vi sembra troppo laborioso potete sempre usare un ago da lana!

4. Quando siete a 2-3 cm dalla fine, sporcate la punta con un po' di colla (io uso la vinilica, che tiene bene e soprattutto una volta asciutta rimane trasparente) e non preoccupatevi di sporcare la perla se ne mettete un po' di più, anzi: servirà a rafforzarla.

5. Per fissarle meglio e soprattutto per proteggerle un po' dall'usura e dall'umidità, do una spruzzata di vernice acrilica trasparente.
Per non sprecarne troppa e non spruzzare troppo in giro, mi aiuto con un filo di ferro sottile su cui infilo le perle e che poi piego un po' a spirale in modo non solo da prenderle tutte con una spruzzata, ma anche da bloccarle per quando le giro per verniciare l'altro lato.

6. Una volta asciutte le assemblo con il filo di nylon (o con il filo di corda o con il filo di nylon elastico) alternandole a perline di altri materiali e decori vari

Si possono ottenre perline di diverso tipo, guardate un pò qui ...



Paper Quilling o Filigrana di carta



Materiali
Cartoncino colorato ...

Tecnica
Una nuova scoperta anche per me... ma forse molti di voi la conoscono già.

Il quilling (o filigrana di carta) è l’arte di arrotolare, piegare, attorcigliare, e dare una forma a sottili striscioline di carta, che misurano circa 30cm di lunghezza per 3mm di larghezza.
Con questi ‘rotolini’ di carta, a seconda delle pieghe e degli allungamenti che vengono effettuati, si possono creare tanti craft differenti:
per esempio biglietti e cartoline in rilievo (perfetti per Natale o nel mio caso per il battesimo), elementi 3D per lo scrapbooking e gli album di foto, ma anche oggetti in rilievo per le case delle bambole, decorazioni per l’albero di Natale...

Come funziona il quilling?
Questa tecnica non è difficile da imparare (richiede solo un po’ di pratica per esercitare la giusta tensione nell’arrotolare la carta), e non è nemmeno costosa: bastano carta comune colorata e della colla.

1. Innanzi tutto occorre procurarsi delle strisce sottili di carta: va bene anche la carta comune da stampante. Tagliatele della giusta misura, in differenti colori.

2. Poi occorrerebbe uno strumento appuntito per arrotolare le strisce: esistono strumenti appositi, ma se si vuol trovare un sostituto casalingo, vanno benissimo un ago da lana o uno stuzzicadenti (stesso procedimento scritto sopra).

3. Iniziate ad arrotolare la vostra striscia di carta attorno al bastoncino, sorreggendo la carta con le dita, in modo che la base del rotolino sia in piano. La striscia di carta deve formare un rotolino bello compatto, che deve essere tenuto teso, ma senza tirare troppo forte, per evitare di spezzare la carta.

4. Quando si è finito di arrotolare la striscia di carta, la si appoggia su un piano e si lascia che la carta si ‘allenti’ un pochino, prendendo la sua forma. A questo punto, con pochissima colla, si incolla il lato finale della striscia, in modo che il rotolo si chiuda.

Si fa asciugare per bene, e quindi si lavora dandogli le molte forme possibili.